+10, oltre il Mosaico...

Mosaico+ Diamond Tortora

Superare i limiti del decoro e dell’immagine per diventare uno strumento di progettazione nelle mani di architetti e interior designer, grazie al quale costruire un nuovo linguaggio, fatto di texture raffinate, campiture sofisticate, superfici esclusive.

Mosaico+ vuole andare oltre, spingersi un pò più in là, anzi molto più in là di quanto fatto sino ad ora. I dieci anni di attività sono senza dubbio una buona occasione per farlo, sono un traguardo e una nuova partenza.

Una nuova Mosaico+ è quella che nasce festeggiando i primi dieci anni di attività e lo fa attraverso un nuovo logo, una nuova strategia, un nuovo management, ma soprattutto attraverso un nuovo modo di intendere il concetto stesso di rivestimento. La trasformazione è piuttosto importante, anzi è una vera e propria rivoluzione.

 

Mosaico+ Diamond Biancopuro

Una proposta articolata caratterizzata da esclusività, qualità ed eccellenza e dalla possibilità di integrarsi al meglio sulla superficie per dar vita a nuovi scenari urbani. Shaping mosaic è il nuovo pay off con il quale Mosaico+ vuole riprogettare l’idea stessa di mosaico in un modo contemporaneo e dar vita a proposte e soluzioni che oltre ad assecondare le esigenze formali del progetto garantiscano prestazioni eccellenti e certificate che possano durare nel tempo.

 


La ceramica nel progetto sostenibile

Cersaie - Bologna Fiere - 26 settembre 2018 - Il Café della Stampa - Centro Servizi Agorà dei Media

“La ceramica nel progetto sostenibile” è il titolo della conversazione che avrà come protagonisti Mario Cucinella, architetto e founder di MCArchitects, Massimo Imparato architetto e direttore di SOS School of Sstainability, e gli studenti (Laura Lamendola, Maria Pazzaglia, Valerio Vincioni) di SOS School of Sustainability. Introduce Gilda Bojardi, direttore di Interni.

L'incontro, nell'ambito degli appuntamenti Il Café della Stampa in occasione di Cersaie (24/28 settembre 2018), vuole offrire uno spunto di riflessione sulle metodologie progettuali in grado di promuovere un rapporto equilibrato tra cultura, natura e tecnologia, facendo di quest’ultima uno strumento discreto a servizio degli spazi dell’uomo.

Alcuni materiali, tra cui la ceramica, sono portatori di un messaggio antico e tuttavia attuale, dato da una sapiente combinazione di acqua, terra e fuoco, frutto di una tradizione millenaria oggi accompagnata da tecnologie avanzatissime che lo rendono uno tra i materiali più sostenibili a disposizione dei progettisti.

 


Madrid architettura

Milano invitata alla XV Settimana dell’Architettura a Madrid Organizzata da Coam e dalla Fundación Arquitectura Coam dal 28 settembre al 7 ottobre 2018

In programma la mostra “Sáenz de Oiza 1918-2018” e il bando di concorso ‘Il design. Un viaggio tra Italia e Spagna’ in collaborazione con la rivista Interni

Madrid accoglierà dal 28 settembre al 7 ottobre la XV Settimana dell’Architettura, organizzata dal Colegio Oficial de Arquitectos de Madrid (Coam) e dalla Fundación Arquitectura Coam, in collaborazione con il comune di Madrid e l’Ambasciata d’Italia, e inviterà Milano seguendo l’esempio di Parigi, New York e Berlino nelle precedenti edizioni.

Oltre alle conferenze, le visite di edifici e gli itinerari urbani, il mercato di design di architetti ‘Pop Arq Store’ e le consuete attività per i bambini e le famiglie, sono in programma due nuove iniziative.

La mostra Sáenz de Oiza 1918-2018, commissariata dagli architetti Vicente, Javier e Marisa Sáenz Guerra, celebra il centenario del maestro dell’architettura del XX secolo Francisco Javier Sáenz de Oiza e prevede la collaborazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Fundación Ico e la Fundación Oteiza.

Durante la XV Settimana dell’Architettura si presenterà anche il concorso Il design. Un viaggio tra Italia e Spagna, un’iniziativa dell’Ambasciata d’Italia in collaborazione con Interni Magazine. Il concorso ha come obiettivo valorizzare il design e si rivolge a studenti e professionisti di architettura e design in Spagna.

Per saperne di più

 


Osa: il design che scalda

Una caldaia nuova, tecnologicamente avanzata e che competa con un oggetto di design? Oggi si può grazie alla sinergia tra Unical e ArtÚ Design Studio che hanno dato vita a Osa, la prima caldaia "da esposizione"

 

Finisce il tempo delle caldaie in cantina e ne inizia un altro che vede la caldaia come un elemento arredante e bello. Chi propone questa nuova visione della caldaia è Unical, un'azienda tutta italiana che ha lanciato sul mercato una caldaia nuova, tecnologicamente avanzata, rispettosa dell'ambiente ed esteticamente molto bella.

Tutto nasce dalla competenza di Unical e dalla voglia d’innovazione che la caratterizza fin dalla sua fondazione nel 1972. I prodotti dell'azienda sono da sempre prodotti di eccellenza, ma per innovare si devono aprire i propri orizzonti e contaminare, per esempio, funzionalità, tecnologia ed estetica. Così è nata Osa, una caldaia murale di altissima tecnologia volta al risparmio energetico (a condensazione, classe energetica A+ per il sistema di riscaldamento, il livello più alto al momento per la categoria), gestibile e controllabile facilmente con una App, ma anche semplicemente bella.

 

 

Il merito del design di questa rivoluzionaria caldaia va ad ArtÚ Design Studio, nato all’interno di Unical con l’obiettivo di dare nuovo valore a oggetti di uso comune: ArtÚ Design Studio è composto da professionisti specializzati in design industriale e ingegneria come Ilaria Jahier, Sergio Fiorani, Igor Zilioli e Gian Luca Angiolini, che hanno “osato” costruendo una caldaia dal gusto minimal e astratto e dalle proporzioni essenziali.

Compatta con i suoi 18 cm di spessore, lineare con le connessioni a scomparsa e personalizzabile grazie a un frontale che si trasforma in lavagna, oppure in un "giardino verticale" oppure ancora in un meraviglioso specchio in acciaio inox supermirror, Osa è una caldaia dal grande appeal e ultramoderna che ha affascinato l'Associazione Design Industriale tanto da rientrare nella rosa dei 16 prodotti vincitori, selezionati dalla giuria internazionale del XXV Compasso d'Oro ADI, il più antico e autorevole premio mondiale di design.

 

 

Per saperne di più, visita il sito www.unical.eu e www.artudesignstudio.com

 


Pitture elevate

Boero per l'Empire Tower Project in Iraq a Suleymaniyah

Sarà italiano il prodotto verniciante che verrà utilizzato per le due torri dell’Empire Tower Project in Iraq. Boero fornirà infatti i prodotti necessari per dipingere sia l’esterno sia l’interno dei due edifici più alti di Suleymaniyah, la città capoluogo dell'omonimo governatorato.

Ogni torre è composta da 35 piani, e ogni piano ospita 6 appartamenti: 3 da 135 mq e altri 3 da 145mq: numeri rilevanti, che, tradotti in superficie da dipingere, corrispondono a circa 200.000 mq interni e 50.000 mq esterni. Per le zone interne il prodotto selezionato è il Koala, finitura vellutata superlavabile ad elevata copertura; mentre per le parti esterne, saranno impiegati rivestimenti antialga al quarzo.

Un progetto rilevante, che verrà ultimato nel 2019 dopo circa 18 mesi di lavoro e che conferma la presenza del Gruppo Boero in questo territorio ricco di prospettive in termini di ricostruzione e di nuovi progetti.

 


Infinita bellezza

Grandi spazi open air e uno stile senza tempo per Latona,il nuovo superyacht Crn

 

L’arte nautica di Crn trova la sua massima espressione nel nuovo superyacht Latona 50 metri, che sarà presentato in world première al Monaco Yacht Show 2018 a fine settembre.

Consegnato a maggio, l’ultimo capolavoro dell’atelier italiano è stato costruito su misura per realizzare i desideri di un armatore selettivo e determinato. Ispirata allo storico Superconero degli anni 60, Latona segna il successo di una nuova collaborazione tra Crn e Zuccon International Project.

Gli aspetti tecnici del progetto e le linee filanti dello scafo sono stati sviluppati dall’Ufficio Tecnico di Crn, mentre le linee esterne dello yacht sono state progettate dallo studio Zuccon International Project, che insieme all’Ufficio Interiors&Design del cantiere ha curato anche gli interiors e gli exteriors.

 

 

Con i suoi 50 metri di lunghezza, quattro ampi ponti più un sottoponte, Latona è uno yacht dalle linee classiche che valorizza lo stile e l’eleganza degli ambienti outdoor.

 


Luce ai massimi livelli

Con la sua nuova sede al Mythenquai di Zurigo, la compagnia di assicurazioni Swiss Re ha realizzato un nuovo complesso di uffici caratterizzato da un’architettura e un progetto innovativi a livello nazionale.

L'obiettivo architettonico e la scelta di materiali di pregio si manifestano in ogni singolo dettaglio e spiccano nelle soluzioni illuminotecniche. Col nuovo faretto Più piano, Occhio introduce una novità in cui la qualità del prodotto e della luce confluiscono ai massimi livelli: la scelta ideale per un progetto importante come questo.

Swiss Re ha realizzato un vero e proprio campus aziendale affacciato sulle sponde del lago di Zurigo. Cuore della struttura è l’edificio che ospita gli uffici di Swiss Re Next nato dalla matita dello studio Diener & Diener di Basilea.

Concepita per ottimizzare la luce naturale, la facciata è costituita da una struttura in vetro ondulato che durante il giorno riflette l’ambiente circostante e le condizioni meteo e la sera consente di vedere all’interno dell’edificio.

Negli interni, materiali e finiture di qualità come l’acciaio lucidato, il vetro in finiture diverse, la pietra naturale e il cuoio, sono fra i materiali che pongono in rilievo il pregio architettonico del progetto.

 


Magia della musica

The+Radio crea un’esclusiva linea Limited Edition che celebra la vera essenza del suono attraverso un omaggio al mondo dell’arte. Quattro modelli con cui rivivono le opere iconiche di Van Gogh, Klimt e Hokusai, e quattro pezzi originali che omaggiano la street art americana.

La filosofia che si cela dietro la nuova linea di The+Art Radio, realizzata dopo un attento studio che ha coinvolto ingegneri, designers, esperti del suono e di arte tra Boston, Londra e Milano, ha portato alla realizzazione di una radio che ha nel suo ritorno alla ‘tradizione’ la sua forza più innovativa. La speciale collezione, disponibile solo su ordinazione, fonda le proprie radici nel significato etimologico della parola Musica, dal greco mūsiké, “arte delle muse.”

Le muse erano le protettrici di tutte le espressioni artistiche e l’idea di The+Radio è quella di unire l’arte musicale con quella figurativa e pittorica in un nuovo progetto innovativo, elegante e soprattutto di qualità.

 


Tramare DiRosso

Ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica – Fino al 31 ottobre 2018

 

Il Polo Regionale di Trapani e Marsala per i Siti Culturali organizza presso l'ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica la mostra di arte contemporanea Tramare DiRrosso. L'installazione è un progetto dell'architetto Rosa Vetrano, interior designer e allestitrice museografica.

Versatile ed eclettica, ama sperimentare nuove tecniche attraverso l'utilizzo di materiali inusuali e/o di scarto per realizzare creazioni innovative il cui linguaggio poetico si serve di forme, talvolta fluide e altre volte strutturate, quasi spigolose, ma di essenza minimalista. Le sue opere sono state presenti in numerosi eventi internazionali a New York e Parigi e presso il Padiglione Expo 2015 "Feeling Exploring The Senses Sicily".

Il titolo della mostra sottointende l'atteggiamento scriteriato dell'uomo a danno dell'ecosistema marino. L'installazione è un'esperienza sensoriale che invita alla riflessione. Il visitatore viene accolto in un ambiente immersivo, total red, che evoca i fondali marini.

La mostra affronta la duplice questione che insidia l'ambiente marino: l'aumento della temperatura del mare, provocando il devastante fenomeno dello sbiancamento della barriera corallina, e l'enorme quantità di plastica che si riversa quotidianamente creando problemi all'ecosistema. Il progetto nasce dal bisogno di creare sensibilizzazione a tutela dell'ambiente e in particolare dei mari.

 


Tra suono e design

Bang & Olufsen ha presentato un nuovo diffusore wireless dalle elevate prestazioni, che reinventa completamente il modo in cui ascoltare la musica. Creato in collaborazione con il designer Michael Anastassiades, Beosound Edge è l’ultimo nato tra i diffusori del brand danese.

La forma circolare di Beosound Edge consente due opzioni di posizionamento. A pavimento è un elegante complemento d’arredo che si integra con l’ambiente circostante; la configurazione a parete gli dona un aspetto insolito, un oggetto che sembra sfidare la gravità, separando gli ambienti.

I sensori di prossimità rilevano quando l’utente si avvicina, illuminando in modo discreto l’interfaccia tattile in alluminio. La regolazione dell’audio è un’operazione magica quanto il suono che viene generato: basta ruotare delicatamente Beosound Edge in avanti o indietro per aumentare o abbassare il volume.

Per una regolazione moderata è sufficiente un tocco leggero, mentre un movimento più energico aumenta il volume in modo deciso. Se si lascia la presa, Beosound Edge tornerà nella sua posizione originale.

 


Bologna Design Week 2018

Bologna 25/29 settembre

 

BDW 2018 dal 25 al 29 settembre, in partnership e in occasione di Cersaie, celebra nel centro storico bolognese la settimana della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno, promuove le culture del progetto e fa il punto sul ruolo del design come strumento e strategia di innovazione.

Vernissage, mostre, workshop, proiezioni, visite guidate e design talks animeranno in orario post fieristico e serale il centro storico, rafforzando il ruolo centrale della comunicazione e dei contenuti sviluppati nella 36° edizione di Cersaie in fiera, e gli eventi curati in centro città da Bologna Design Week.

L’edizione 2018, evento ideato e organizzato da Youtool e curato da Elena Vai ed Enrico Maria Pastorello, vuole coinvolgere sempre più showroom, aziende, studi di progettazione, gallerie d’arte, musei, università e designer in un sistema integrato di comunicazione che permetta l’attivazione di sinergie tra industria, cultura e creatività.

Dall’allestimento di un set della mostra The Sound of Design nel Quadrivio di Galleria Cavour alla mostra site-specific all’interno del Padiglione de l'Esprit Nouveau presso curata da Mario Nanni maestro della luce e fondatore della fabbrica Viabizzuno presso il quartiere fieristico, alla Design Night di mercoledì 26 che coinvolgerà showroom, gallerie d'arte, negozi, locali, city users e visitatori, in itinerari inediti e aperture straordinarie, alla ex Chiesa di Santa Maria della Neve, sede di Insidesign Studiostore che cura un programma dal fil rouge #(Q)TLFDP (Quasi)Tutte Le Forme Del Pelo, articolato in 3 talks, 2 performances, 2 presentazioni, 1 mostra, 1 contest, 1 party.

Padiglione de L'Esprit Nouveau

Headquarter, info e press point anche questo anno sarà Palazzo Isolani che ospiterà una selezione di aziende italiane e internazionali di design (Arper, Artek, Grigolin, Lago, Mini, Molteni&C/Dada, Or.nami, USM, Vitra) con allestimenti inediti e originali, mentre nel cortile le vele ombreggianti Defense plasmeranno l’outdoor curato da Corradi outdoor living space.

Assoluta novità è la proposta di Marsala District Bologna, immersione spaziale e creativa in cui i luoghi si trasformano in isole tematiche che attraversano e uniscono l’antica via di Mezzo, oggi via Marsala, con la realtà del mondo universitario, della ricerca e della cultura (via Zamboni) con quella del negozio, del commercio cittadino e della vetrina (via Indipendenza).

Il programma completo di Bologna Design Week 2018 è pubblicato sul sito dal quale è possibile scaricare l'app BDW18 con la mappa interattiva e il calendario eventi day by day.

 

 

 


Marmomac 2018

VeronaFiere – 26/29 settembre 2018

 

Sarà l’elemento dell’acqua ad animare The Italian Stone Theatre, il padiglione dedicato all'eccellenza litica italiana a Verona in occasione di Marmomac 2018, il Salone internazionale della Pietra, dal 26 al 29 settembre 2018.

Il tema per l’edizione 2018 è Acqua e Pietra, dove l’acqua, materia fluida, entra in un dialogo ricco di aspetti estetico-percettivi con la solidità della pietra. Una affinità antica tra due opposte condizioni della materia, il solido e il liquido, che hanno sempre interagito, dalla naturale costituzione delle rocce, raccontata dalla geologia, alla loro trasformazione per opera dell’uomo testimoniata dalle straordinarie architetture che la storia ci ha lasciato.

Queste le mostre in programma: Liquido, solido, litico curata da Raffaello Galiotto promuove nuove idee per i luoghi di benessere; Architetture per l’acqua curata da Vincenzo Pavan presenta progetti che hanno come tema il rivestimento di facciate ed elementi architettonici specchianti; Brand & Stone curata da Giorgio Canale su concept di Danilo Di Michele coinvolge brand di alta gamma legati al mondo dell’arredamento interessati a sviluppare concept e prototipi; Percorsi d’Arte curata da Raffaello Galiotto, arricchisce gli spazi d’acqua del padiglione con percorsi d’arte che accoglieranno opere di artisti internazionali.

Ristorante d’Autore, a cura di ADI Delegazione Veneto e Trentino Alto Adige, adotta il concept del padiglione, elevando l’acqua come elemento della natura e celebrandola nei suoi diversi aspetti - forma, colore, suono e movimento.

American Bar, curato da Giorgio Canale, è un nuovo allestimento dove i visitatori potranno prendersi una pausa con un buon caffè o sorseggiando un bicchiere di vino o un Marmito, il cocktail ufficiale di Marmomac.