United Mexican Design

National Autonomous University of Mexico, ph. by Jaime Navarro

Interni Ottobre è in edicola

 

Con questo numero, Interni completa la triade delle monografie dedicate al Messico e nello specifico a Città del Messico designata World Design Capital 2018 da WDO (World Design Organization) e Ciudad Creativa de Diseño da Unesco.

Abbiamo riunito un parterre internazionale d’eccellenza per comprendere meglio le complesse dinamiche di questa grande metropoli che ha deciso di scommettere sul design come motore del cambiamento urbano e sociale. Non è stato facile entrare nelle geografie e negli spazi dei luoghi messicani che restituiscono uno specchio della terra colpita da frequenti terremoti: contesti sublimi, ricchi e poveri, centrali e periferici, fortemente contrastanti.

Abbiamo selezionato esempi che mostrano la più recente architettura messicana (firmata Fernando Romero & Norman Foster, Tatiana Bilbao, Héctor Barroso, Rozana Montiel, Frida Escobedo) nel suo impegno per una qualità dell’abitare responsabile. Siamo entrati nella straordinarietà degli spazi di lavoro dell’artista-scultore Javier Marín e, di contro, in quelli tutti da migliorare dove abitano comunità depresse. Mario Ballesteros direttore di Archivo Diseño y Arquitectura, Greta Arcila direttore di Glocal Design Magazine e il designer Héctor Esrawe ci hanno raccontato le sfide che attendono il progetto messicano in chiave di sostenibilità economica e ambientale e inclusività.

 

International Airport of Mexico City. Project by Fr-Ee e Foster + Partners, Fr-Ee

 

Dove ci ha condotto tutto questo? A maturare una radicale convinzione. Il tema di CDMX WDC 2018 è quello del design socialmente responsabile, in termini di prodotto ma anche di processi e di servizi. E, in un’ottica di promozione dell’interscambio culturale e commerciale, il saper fare italiano può davvero trainare un confronto e una crescita efficace della nostra industria manifatturiera in Messico.

Questo numero – che si perfeziona con la Interni Guide Mexico City / Milano che ci aiuta a orientarci in città, tra luoghi culturali, di transito e di sosta – ha la sua consacrazione ufficiale l’8 di ottobre all’Ambasciata italiana di Città del Messico e, successivamente, l’11 ottobre, all’Archivo Diseño y Arquitectura.

Una tavola rotonda, con la partecipazione di Mario Ballesteros, Gabriella Gómez-Mont, Héctor Esrawe e Mario Cucinella, ci fa riflettere sul tema delle pratiche virtuose in architettura e design. Un evento aperto ai designer provenienti da tutto il mondo, ad aziende, fondazioni e istituzioni pubbliche.